Thumb tutto Thumb finanza Thumb scommesse Thumb shopping Thumb viaggi
« Viaggio in Namibia - Sud Africa: cosa vedere »
6su » Viaggi » Il lago di Nemi

6Su Viaggi

logo 6 su Viaggi

Il lago di Nemi

Il piccolo Lago di Nemi è meno noto rispetto all’altro lago dei Castelli Romani (sul quale si affaccia Castelgandolfo) ed è molto più piccolo come dimensioni. Tuttavia il suo fascino selvaggio e meno turistico ne fa un luogo interessante per una gita fuori porta o un’idea weekend. Alle porte di Roma, sui Colli Albani, il Lago di Nemi ha una curiosa collocazione: a ben 316 metri sul livello del mare. Ha una bella strada panoramica che ci gira intorno.Come molti sanno questi laghi (il Lago di Nemi e il lago Albano) sono di origine vulcanica. Basta vedere un’immagine da satellite per rendersi conto di dove si trovasse il cratere - ormai estinto - del complesso vulcanico.

Il lago è famoso per le sue navi romane e alcuni reperti archeologici scoperti in loco. Il museo costruito in epoca mussoliniana contiene il poco che è sopravvissuto all’incendio (di cui non si è mai saputo se sia stato provocato dai tedeschi o dai partigiani) che nel 1944 ha distrutto le due magnifiche navi romane estratte dal fondo del lago.
Con pochi euro è possibile visitare il museo, che è ben progettato e interessante. E cerca di ricostruire il senso di queste immense navi (la più grande misurava ben settanta metri).

Vere e proprie città galleggianti, arredate e riempite di oggetti di lusso (e addirittura mosaici in terra!) non si sa bene a cosa potessero servire: se per festini privati di qualche imperatore (forse Caligola) o addirittura per simulazioni di combattimenti navali.
Nel museo è affascinante la parte relativa ai vari tentativi di recupero nei secoli, che hanno visto partecipare persino Leon Battista Alberti.

Sempre nel museo un pezzo di strada romana è stato “salvato” alle incurie del tempo.

La zona del lago infatti conserva altri piccoli tesori, ormai in degrado o scomparsi, come il tempio di Diana e una villa forse di Cesare.

Oltre ai resti archeologici la zona merita una vacanza anche per la parte culinaria: Genzano e la famosa Ariccia sono località ben note a tutti gli amanti della tavola golosa, ben condita e abbondante (e in genere a buon mercato). Nei fine settimana è normale trovare sia i turisti che i romani che si trasferiscono per pranzo o per cena alle fraschetterie dei Castelli Romani per gustarsi la porchetta o le cotiche con i fagioli, le coppiette o i bucatini all’amatriciana…

Tags: , , , , ,

Vedi anche:
Iseo, e il suo famoso Lago…
Ferragosto fuori Milano: idee e gite per gli irriducibili
Sirmione, sul lago di Garda

Scrivi un commento