Thumb tutto Thumb finanza Thumb scommesse Thumb shopping Thumb viaggi
6su » Viaggi » Duomo

6Su Viaggi

logo 6 su Viaggi

Venezia, la citta’ piu’ romantica d’Italia

gondola_rialto_g1.jpgMeta di forte turismo, persone da tutto il mondo vengono per ammirare le bellezze che si trovano in questa splendida città, moltissime persone inoltre decidono di trascorrere la loro Luna di miele a Venezia

Innumerevoli i tesori artistici, architettonici storici è ambientali, tantissimi musei da visitare famosi, come la Biennale di Venezia, i Musei Civici Veneziani ecc.

carlevarijs.jpgMusei Civici Veneziani, è un insieme di sedi e collezioni molto importanti e hanno un valore artistico, ma anche storico, molto frequentato da un pubblico giovanile, è organizzato attorno a temi tipologici, settecento veneziano, moderno e contemporaneo ecc.

Amalfi da visitare

La costiera amalfitana è un tratto di costa della Campania conosciuto in tutto il mondo per la sua bellezza naturalistica e paesaggistica. Fanno parte della costiera numerosi paesi, ognuno dei quali ha proprie tradizioni che differiscono dagli altri.
Il centro più importante della costiera amalfitana è sicuramente Amalfi da cui deriva anche il nome. Amalfi è un piccolo comune che nel periodo invernale conta poco più di cinque mila abitanti, numero che aumenta vertiginosamente quando le temperature cominciano a salire per la presenza di numerosi turisti che decidono di passarvi le proprie vacanze non soltanto per le rinomate spiagge in cui prendere il sole ma anche per le numerose bellezze naturali e architettoniche che possono essere visitate.
duomo.JPG Una tappa obbligata per chi giunge ad Amalfi è quella del Duomo ubicato, appunto, in piazza Duomo. Costruito nel lontano IX° secolo, ha subito nel tempo numerose modifiche tanto da assumere un aspetto molto diverso rispetto a quello originario. All’interno trovano posto alcune opere importanti tra le quali si segnala la statua di bronzo di Sant’Andrea, un’imponente scultura di 2,5 metri per 800 chilogrammi realizzata da Michelangelo Naccherino. E’ presente, inoltre, una cripta, fatta costruire dal Cardinale Pietro Capuano nel XIII° secolo, che raccoglie le reliquie del santo protetto della città, Sant’Andrea Apostolo.
Altrettanto suggestivo è anche il Chiostro Paradiso, una costruzione in stile gotico che un tempo era un cimitero che custodiva le spoglie degli uomini più illustri della cittadina. Oggi la struttura è diventata un bellissimo giardino formato da un quadriportico con colonne dal tipico stile arabo.
Un altro luogo che merita di essere visto in quanto racconta le origini della cittadina è il Museo della Carta, un’antica cartiera di proprietà del Commendatore Nicola Milano, il quale decise di trasformarla in museo in modo da permettere a tutti gli interessati di poter ammirare le tecniche antiche e i rudimentali strumenti attraverso le quali si arrivava alla produzione della carta.

Siracusa tra arte e folklore

Siracusa è un provincia che sorge nella costa sud orientale della Sicilia. La sua particolare collocazione e la presenza di numerose bellezze naturali e artistiche rendono la città molto frequentata dai turisti soprattutto nel periodo estivo quando il clima molto caldo consente di alternare giornate di puro relax in riva alle numerose spiagge a quelle dedicate a visitare i luoghi più belli e più rappresentativi della provincia.
Una tappa obbligata per il turista che per la prima volta decide di visitare la città è il Duomo di Siracusa, un’imponente chiesa sorta sui resti di un antico tempio dorico dedicato ad Athena.
Tra gli elementi più caratteristici, si segnala la facciata in stile barocco realizzata dall’architetto Andrea Palma e le numerose statue che abbelliscono il prospetto principale.
All’interno è possibile visitare la Cappella di Santa Lucia (la patrona della città) che accoglie una nicchia con il simulacro argenteo della santa realizzato nel 1600 da Pietro Rizzo.
Assolutamente da visitare è anche il Teatro Greco di Siracusa in quanto è uno dei Teatri più grandi del mondo greco giunto fino ai nostri giorni. La sua particolarità più importante è quella di essere quasi completamente scavato nella roccia. Grazie all’ottima acustica, oggi come allora viene ancora utilizzato per mettere in scena molte rappresentazioni classiche.
Un altro luogo affascinante anche per la storia che c’è dietro è sicuramente l’Orecchio di Dionigi, una sorta di grotta artificiale alta più di 23 metri che ha una forma simile ad un padiglione auricolare. La leggenda narra che la grotta fu costruita dal tiranno Dionisio il quale la utilizzava come prigione dalla quale, dato l’eco che ingigantiva le parole, poteva ascoltare i discorsi fatti dai suoi prigionieri.
Oltre che per le sue bellezze artistiche, Siracusa è conosciuta anche per i numerosi eventi di diverso genere che ogni anno vengono organizzati. Tra i più belli e folkloristici vi è “l’infiorata”, una sorta di festa organizzata a Noto durante la terza settimana di Maggio. Un evento che ormai si ripete da più di 25 anni in cui la strada di Via Nicolaci, la più rappresentativa della cittadina, viene abbellita da sedici bozzetti più belli scelti attraverso un concorso, i quali vengono riempiti di petali dei fiori mediterranei creando un effetto scenico molto suggestivo.

Catania, fiore all’occhiello della Sicilia

Catania è una delle città più belle di tutta la Sicilia tanto da essere una meta ambita dai turisti, soprattutto stranieri, che in ogni periodo dell’anno la affollano per ammirare tutte le sue bellezze naturali ed architettoniche.
La piazza Duomo è sicuramente il luogo più pittoresco e rappresentativo della città. Al centro troviamo la bellissima fontana dell’Elefante realizzata dal Vaccarini nel 736. Ai bordi, invece, possiamo ammirare i numerosi edifici antichi in tipico stile barocco tra cui spicca la Cattedrale di Sant’Agata conosciuta ai più come il Duomo di Catania. Edificato durante il periodo normanno, è stato ricostruito ad opera del Vaccarini a seguito del terremoto del 693 che provocò gravissimi danni alla struttura. Particolarmente suggestiva è la facciata in tipico stile barocco e dalle dimensioni imponenti tanto da lasciare a bocca aperta tutti coloro che la ammirano per la prima volta. All’interno è possibile visitare la tomba di Vincenzo Bellini, uno degli artisti più rappresentativi della città.
duomo2.jpg Dalla piazza Duomo, il nostro viaggio continua attraverso la via Etnea, una delle strade più antiche della città particolarmente animata grazie alla presenza di numerosi negozi sparsi ai lati della strada. Percorsi qualche centinaio di metri, sulla sinistra troviamo il giardino Bellini, chiamato dai catanesi “Villa Bellini”. Costruito per volontà del Principe Ignazio Paternò Castello di Biscari, passò successivamente al comune che ne ha fatto uno delle bellezze naturali più rappresentative della città. Le sue maestose dimensioni ne fanno la sede ideale per i numerosi eventi e manifestazioni che il comune ogni anno organizza per i suoi cittadini.
santa.jpg A proposito di eventi, particolarmente sentita è la festa di Sant’Agata, la santa patrona della città. Una festa religiosa conosciuta in tutto il mondo che, nei primi giorni di Febbraio, accoglie numerosi turisti e fedeli che arrivano da ogni parte del mondo per vedere la vara della Santa portata in processione nelle vie principali della città.

Siena, cuore della Toscana

Siena è una ridente città posta nel cuore della Toscana e conosciuta in tutto il mondo per il suo patrimonio artistico tanto da essere stata dichiarata dall’Unesco patrimonio dell’umanità.
Il turista che per la prima volta decide di passare qualche giorno a Siena ha l’imbarazzo della scelta in quanto a luoghi da visitare, ma sicuramente non può esimersi dall’ammirare alcune bellezze artistiche e architettoniche che rappresentano la storia e il simbolo di Siena.

duomo.jpg