Thumb tutto Thumb finanza Thumb scommesse Thumb shopping Thumb viaggi
« Il muro di Berlino - Spoleto e Cascate delle marmora »
6su » Viaggi » Weekend a Firenze - cosa vedere assolutamente

6Su Viaggi

logo 6 su Viaggi

Weekend a Firenze - cosa vedere assolutamente

Firenze è molto piccola, si può visitare tranquillamente in pochi giorni, a piedi.

Potendo scegliere, sconsiglierei al turista che vuole visitarla di venire in auto, preferendo il treno, ma a patto che l’albergo sia in centro. Al contrario se la sistemazione scelta per l’alloggio è fuori dal centro conviene spostarsi in macchina, visti i cattivi collegamenti dei mezzi pubblici.

Una nota: dormire a Firenze è caro, spesso non si trova posto e la media degli alberghi è piuttosto bassa. Anche spendendo 100-200 euro si puo’ correre il rischio di dormire in un hotel che non offre un adeguato rapporto qualità – prezzo. Pertanto o si conosce bene l’albergo dove dormire, oppure conviene scegliere fra uno dei tanti bed and breakfast sorti come funghi nella città. Ce ne sono alcuni in centro storico, che offrono camera e colazione a prezzi contenuti, in una struttura in genere più che dignitosa.

Dormire in centro vuol dire poter girare il centro di Firenze sostanzialmente a piedi. In 2-3 giorni si riesce a visitare i principali monumenti e musei della città. A patto di organizzarsi.. per visitare gli Uffizi o il David di Michelangelo, conviene prenotare in anticipo il biglietto su Internet, altrimenti si corre il rischio di dover fare una fila di un paio d’ore almeno. La visita dell’Accademia è abbastanza rapida, visto che a parte il Davide c’è poco da vedere. Per gli Uffizi invece è bene mettere in conto più tempo. Niente da paragonare rispetto a Louvre o al British, ma comunque se si vuole ammirare con calma tutti i capolavori dell’arte italiana, almeno qualche ora è da mettere in conto.

Consigliare cosa vedere a Firenze è ardua, ma in assoluto credo la cosa più semplice sia una passeggiata dal Duomo (con di fronte il Battistero) a Palazzo Vecchio, tramite via Calzaiuoli, poi girando per Ponte Vecchio e arrivando sino a Palazzo Pitti (i cui appartamenti reali sono davvero belli).
Una deviazione per Piazza Santa Croce con i suoi interni ricchi di storia e di tombe, e una a Santa Maria Novella, con tappa alla chiesa di San Lorenzo.

Se si amano le altezze può essere una bella esperienza salire sul Campanile di Giotto o sulla Cupola del Duomo. Se si ama il verde, e la stagione lo consente, vale sicuramente una piacevole sosta, il Giardino di Boboli alle spalle di Palazzo Pitti.

Panorama di Firenze dal Piazzale MichelangeloSe si vuole ammirare il panorama di Firenze, è necessario salire al Piazzale Michelangelo (con un autobus o la macchina) che ospita una delle tante copie del David e allungare la passeggiata fino alla chiesa di San Miniato, una delle più deliziose di tutta Firenze con la sua facciata bianca e nera.

Musei a Firenze ce ne sono tanti: il Museo Archeologico con reperti etruschi, lo Stibbert con le sue armature, il Museo dell’Opera del Duomo, il Bargello, le Cappelle medicee dietro la chiesa di San lorenzo, il museo Horne, il Museo Bardini, la Galleria Palatina dentro Palazzo Pitti ecc. ecc. Ma chi viene a Firenze per un giorno o due si “accontenta” degli Uffizi e dell’Accademia.

Tags: , , , , , , , ,

Vedi anche:
Fiera del cioccolato artigianale a Firenze domenica 19 e domenica 28 gennaio 2007
Weekend a Dublino - cosa vedere assolutamente
Weekend a Berlino - cosa vedere assolutamente

3 Commenti a “Weekend a Firenze - cosa vedere assolutamente”

  1. Gianna:

    Non so chi a scritto questo articolo,
    ma se i mezzi di trasporto sono cattivi, non credo il ragazzo si sia mosso molto nella sua vita… Prima di scrivere uno dovrebbe pensare.
    I mezzi di trasporto a Firenze funzionano benissimo,si puo’ andare da tutte le parti.
    Magari ce ne fossero tante citta’ che hanno i mezzi pubblici cattivi come Firenze.

  2. Massy:

    Ciao. Non ho scritto io l’articolo ma mi trova d’accordo. E’ vero che i mezzi in altre città sono molto ma molto peggio di quelli fiorentini ma dire che funzionano *benissimo* mi sembra fuori luogo.

    Ogni volta che mi son mosso con i mezzi ho avuto problemi: orari non rispettati manco di striscio, corse saltate senza alcun avvertimento e cose di questo genere.

    Probabilmente sono sfortunato: ma doversi fare piazza Beccaria fino al Piazzale a piedi perché l’autobus non sarebbe passato non è indice di *cavolo come funzionano bene*. :)

  3. nelli:

    io ci vivo a Firenze e devo dire che in poche altre città il servizio pubblico è altrettanto scadente. altrimenti non si spiegherebbe perché i fiorentini continuano a non usare l’autobus.
    non è un segreto che venga usato soltanto da chi non può guidare, da anziani, studenti ed extracomunitari.

    corse non rispettate, fermate modificate, collegamenti assurdi (se dovete andare da Scandicci a Sesto dovete passare dalla stazione SM Novella!) e soprattutto la morte civile dopo le ore 21.

    la cosa più frustrante è che quelle poche che lo prendo per forze di causa maggiore, sono l’unica a timbrare il biglietto…

Scrivi un commento