Thumb tutto Thumb finanza Thumb scommesse Thumb shopping Thumb viaggi
« Aix-en-Provence, cuore della Provenza - Marsiglia: cosa vedere assolutamente »
6su » Viaggi » La Camargue

6Su Viaggi

logo 6 su Viaggi

La Camargue

La Camargue è una zona che si trova nel sud della Francia non lontano da Arles, Marsiglia e Nimes.

Confinante con le dolci colline della Provenza, questa regione è molto diversa: estesa sulla foce del Rodano (la Bouches-du-Rhône)
è un’area pianeggiante costuita da lagune, saline, canali e acqua dall’aspetto selvaggio.

E’ un‘area protetta dal punto di vista naturalistico con milioni di specie di uccelli che passano di qui (fra i quali i pittoreschi fenicotteri rosa). Oltre agli uccelli, famosi sono gli allevamenti di tori (esportati anche in Spagna) e i cavalli bianchi dei guardians, coloro che appunto allevano tori.
A tal proposito vale la pena visitare la città di Arles a maggio durante la festa dei guardians, quando cavalieri e dame vestiti con i costumi originali sfilano per le vie della cittadina (resa celebre da Van Gogh) e viene eletta appunto la regina di Arles.

Consiglierei di girare per la Camargue evitando le città più famose, lasciando la macchina da qualche parte, e noleggiando una bici o iscrivendosi a una passeggiata a cavallo.
E’ il modo migliore per godere al massimo della natura ricca della Camargue.
Se pero’ si vuole seguire l’itinerario percorso dai molti, si può arrivare in macchina fino a Saintes-Maries-de-la-Mer , graziosa cittadina ormai turistica composta da stradine di belle casette bianche (molte si possono affittare, altre sono negozi di souvenir). La bella cattedrale conserva nella cripta la statua di Sara, protettrice degli zingari. Il nome della cittadina deriva dal fatto che qui sbarcarono Maria Salomé, Maria Jacobé e Sara). E’ possibile annche salire sul tetto della chiesa, fortificato per proteggersi dal freddo e potente maestrale.

In città è possibile noleggiare le bici (piuttosto care) per fare il percorso lungo la diga: in realtà è un sentiero sterrato pianeggiante che da una parte offre scorci sul mare, dall’altra percorre parte della laguna.
Il percorso fino al vecchio faro è di circa 13km, ma esistono anche percorsi più lunghi di svariate ore.
Sulla spiaggia diffusi sport legati al vento come il kitesurf.

Se Saintes-Maries-de-la-Mer è troppo turistica, a soli 20 minuti di macchina si trova Aigues Mortes: la cittadina quadrata fortificata voluta dal re Luigi IX di Francia, che arrivò a pagare le persone per farle andare a vivere in questo luogo paludoso (la traduzione è infatti acque morte!).
Il percorso lungo le mura e la piccola piazzetta di Luigi IX sono deliziosi. E nei ristoranti della cittadina si trovano menu insoliti per la Francia, più legati alla cucina spagnola: paella e piatti a base di toro.

Un paio di giorni sono più che sufficienti per ammirare la natura e rilassarsi un po’.

Tags: , , , , ,

Vedi anche:
Aix-en-Provence, cuore della Provenza

Scrivi un commento